40 Spiagge del Lazio con il Mare più Bello vicino Roma!

Oggi scopriamo il mare più bello vicino Roma, ma non solo, ti svelerò anche le migliori spiagge del Lazio assolutamente da non perdere.
A seguito dell'emergenza sanitaria covid-19, alcune attività potrebbero aver variato le loro modalità di apertura, ti consgilio quindi di chiamare i loro numeri o visitare i loro siti per avere conferma.

Link sponsorizzati

Oggi scopriamo insieme il mare più bello vicino Roma, ma non solo, ti svelerò anche le migliori spiagge del Lazio assolutamente da non perdere.

Per ognuna di loro troverai indicato come raggiungerla, se è una spiaggia attrezzata o libera, il tipo di sabbia, che tipo di sport acquatici poter praticare, servizi, ristoranti consigliati, se è una spiaggia indicata per bambini e infine, anche qualche piccola curiosità.

Al termine dell’articolo ho inserito una mappa in cui troverai tutte le spiagge.

Prima di partire, ti consiglio anche di non perdere qui il mio articolo sulle migliori piscine a Roma e dintorni per questa estate.

Sei pronto?

Tuffiamoci subito nel mare più bello del Lazio.

Spiagge più belle vicino Roma

Spiaggia di Santa Severa

spiaggia_Santa_Severa_mare_Lazio

La spiaggia di Santa Severa nel comune di Santa Marinella dista soli 50 km da Roma (circa 40 minuti in macchina), ed è una delle spiagge con il litorale più lungo, ben 20 km!

Il mare è davvero uno dei più puliti del Lazio e solitamente molto meno affollato rispetto i litorali romani (es. Ostia)

Ti consiglio di rimanere fino al tramonto, in quanto qui sono davvero unici.

Tipo sabbia: tratto con sabbia chiara fine (perfetta per famiglie con bambini), altro tratto con sabbia nera ferrosa frequentata dai naturisti.

Link sponsorizzati

Da non perdere: passeggiare al tramonto nel borgo, shopping nei vari negozi di artigianato (ceramica, legno). Merita una visita anche la vicina riserva naturale regionale Macchiatonda.

Sport consigliati: grazie alle sue onde perfette, Santa Marinella è diventata un vero e proprio punto di riferimento per i surfisti. Per praticarlo in sicurezza di consiglio lo spot Banzai Beach.

Curiosità: la spiaggia di Santa Severa è nota per il suo caratteristico castello, risalente all’anno 1.000, in cui durante il regno dell’impero Diocleziano, furono uccisi la giovane martire cristiana Severa e i fratelli Calendino e Marco.

Stabilimenti consigliati: la Scogliera, Romeo e Pino al Mare, ma ci sono anche spiagge libere.
Come arrivare: Santa Severa si può raggiungere sia in treno, scendendo alla stazione di Santa Severa o di Santa Marinella e si prende poi l’autobus. Oppure in auto, percorrendo l’Aurelia o l’autostrada Roma-Civitavecchia. In alternativa, ci sono anche i bus del Cotral, con partenza dalla stazione Cornelia e da Civitavecchia.

Dove dormire: Per le coppie in cerca di atmosfere romantiche suggerisco di passare una notte all’ostello del Castello di Santa Severa. In alternativa, prenotate all’”hotel L’Isola” in piazza Trieste.

Dove mangiare: Recatevi alla trattoria Sapori di Mare (Santa Marinella) e assaggiate gli spaghetti con il granchio, sono davvero strepitosi. Se cercate una cena romantica con vista mare, prenotate al Molo 21, se ami i crudi di pesce allora vicino al castello di Santa Severa non perdere il Barracuda Young. Se invece cerchi i tradizionali piatti della cucina romana, vai “Da Guiduccio”.

Ladispoli

La spiaggia di Ladispoli è famosa per il colore nero della sua sabbia, a causa delle componenti ferrose in essa presenti, e che risultano molto benefiche al nostro corpo.

Solitamente molto affollata nel periodo estivo, Ladispoli è a soli 40km da Roma e quindi raggiungibile a meno di un’ora di macchina da Roma.

Tipo sabbia: sabbia fine nera.

Sport consigliati: fare le insabbiature sul litorale di Ladispoli dicono che è un toccasana per il tuo corpo.

Curiosità: nel primo film di Carlo Verdone, “Un sacco bello” il protagonista Leo ricorda a Marisol per tutto il tempo del film che deve raggiungere la madre a Ladispoli.

Hai la possibilità di sostare sia nelle spiagge libere che affittare sdraio e ombrellone in uno dei tanti stabilimenti presenti su tutto il litorale. Se stai in auto sull’Aurelia, all’altezza di Palo Laziale, fu girata la famosa scena de Il Sorpasso di Dino Risi.

Come arrivare: raggiungibilein meno di un’ora con la macchina da Roma, oppure tramite il treno regionale che parte da Stazione Trastevere. 

Spiaggia di Torre Flavia (Ladispoli)

spiaggia-torre-Flavia-Roma-Lazio

Se volete provare una bellissima spiaggia vicino Roma, allora dovrete recarvi tra Ladispoli e Cerveteri, propri qui c’è la spiaggia di Torre Flavia. Un litorale sabbioso e ampio con un mare super trasparente e pulito, dove un tempo c’erano delle paludi. Questa spiaggia risulta indicata anche per i bambini. La spiaggia è caratterizzata dall’omonima torre militare di origini medievali, che venne bombardata durante la seconda guerra mondiale. La parte interna essendo ancora paludosa è molto frequentata da uccelli migratori.

Oltre alla spiaggia libera, è presente vicino anche lo stabilimento Baia Beach.

Come arrivare: in treno scendere alla stazione di Ladispoli-Cerveteri e prendere gli autobus urbani in direzione Torre Flavia. Per raggiungere Torre Flavia in macchina, dall’autostrada A12 Roma-Civitavecchia uscire a Ladispoli-Cerveteri e andare in direzione Ladispoli, su via Settevene Palo. Alla rotatoria, prendere l’uscita sull’Aurelia fino all’incrocio con via  via Fontanella Morella.

Dove dormire: Se cerchi un posto dove dormire a Ladispoli con vista sul mare, a un buon prezzo, ti suggerisco l’hotel Villa Margherita. Mentre se vuoi un po’ più di lusso, subito fuori Ladispoli ti consiglio Posta Vecchia, un’antica costruzione realizzata nel 1.640 addirittura sulle rovine romane, qui troverai camere con mobili d’epoca e un favoloso centro benessere.

Dove mangiare: se vuoi mangiare dell’ottimo pesce fresco a Ladispoli con vista mare ti consiglio il Risto Alimentari o in alternativa la Locanda del pescatore. Se vuoi provare anche la cucina di carne prenota subito da Manzo Steakhouse in via Milazzo. Infine, se stai organizzando una cena romantica a lume di candela con vista sul mare di Ladispoli, puoi prenotare al Papeete.

Da non perdere: assolutamente da non perdere una foto in coppia sotto il castello Odescalchi. Non perdere anche una visita alla vicina oasi naturale del Bosco di Palo, che venne donata dai principi Odescalchi al WWF nel 1980. 

Nei dintorni di Ladispoli, ci sono 2 necropoli etrusche, di Monteroni e Vaccina, quest’ultima presenta ben 60 tombe scavate nella roccia!

Curiosità: al largo della costa di Ladispoli, si è ultimamente formata una vera e propria barriera corallina, che potrai visitare con immersioni organizzate.

Spiagge più belle a Fregene 

spiagge-mare-bello-a-Fregene

Tra le spiagge a nord di Roma, tra le più frequentate sia da romani (in particolare quelli di Roma Nord) che turisti.

Il litorale di Fregene dista circa 30km da Roma, qui ci sono sia stabilimenti attrezzati che spiagge libere.

Tipo sabbia: fine dorata.

Sport: surf, canoa, sup, vela

Link sponsorizzati

Curiosità: la particolarità di questa spiaggia è che potrai godere di meravigliosi tramonti che degli aerei visti molto da vicino che atterrano nell’aeroporto di Fiumicino.

Dove mangiare: Per un pranzo o cena con piatti tipici della tradizione romana di mare o di terra a prezzi economici ti consiglio il Ristorante/Pizzeria Luna Rossa o i Il Pentagono, o in alternativa il Ristorante Pizzeria Back Flip vicino dall’Oasi WWF di Macchiagrande. 

Per una cucina leggermente più ricercata ma comunque a buon prezzo, ti propongo HandMade un bistrot situato in una zone molto tranquilla di Fregene.

Se invece stai progettando una cena romantica a Fregene, ti consiglio di prenotare in uno di questi posti:

  • Controvento Beach Restaurant (specialità di pesce, piatti tradizionali, cucina mediterranea, locale sul mare) – Via Silvi Marina, 37/C Tel (+39) 06 66563327.
  • Ristorante Rosario (specialità di pesce, cucina mediterranea, piatti senza glutine, locale sul mare) – Lungomare di Levante, 54 c/o Stabilimento Balneare Albos Club Tel (+39) 366 2386289

Da non perdere: Aperitivo al tramonto in spiaggia al Singita Miracle Beach con il tradizionale saluto al Sole

Come arrivare: in macchina da Roma, si prende la Roma-Fiumicino e poi l’autostrada Roma-Civitavecchia e si esce a Fregene.

Dove dormire: clicca qui per conoscere i migliori B&B con vista mare di Fregene.

Dune di Passoscuro (Fiumicino)

spiaggia-dune-Passoscuro-Palidoro

IndirizzoVia Carbonia, 215, Passoscuro RM

Questa spiaggia a circa mezzora di macchina da Roma, è perfetta per chi cerca relax e natura selvaggia. Le dune di Passoscuro si trovano infatti all’interno di una riserva naturale, alla foce di due fiumiciattoli. 

Curiosità: Le dune si formano grazie all’azione dei venti che soffiano dal mare verso terra, e la sabbia inizia ad accumularsi quando incontra ostacoli come rocce o piante.

Il mare è pulito, mentre la spiaggia purtroppo ultimamente risulta non sempre pulitissima.

Da non perdere: una visita alle dune in fiore in primavera

Tipo di sabbia: dorata fine.

A pochi metri si può fare colazione, uno spuntino o pranzare. Bar fornitissimo, personale disponibile . Menzione speciale per i cornetti

Sport: vero paradiso per i praticanti del kitesurf.

Stabilimento consigliato: oltre al tratto di spiaggia libera, se cerchi uno stabilimento io ti consiglio il MOAI Beach, dove troverai tutto quello che serve per una giornata di relax al mare (possibilità di affittare anche attrezzatura sportiva) il ristorante di pesce dello stabilimento ha tavoli e panche sotto capanne in riva al mare, i prezzi sono onestissimi.

Lido di Ostia

mare-ostia-lido

La spiaggia di Roma per eccellenza, a soli 25km da Roma, il lido di Ostia è raggiungibile in media con meno di un’ora di auto.

Perfetta sia per i romani che la conoscono a menadito, che per i turisti che invece ne conoscono molto meno le potenzialità.

Quando a Roma si scoppia da caldo, la soluzione più rapida è quella di andare a fare un tuffo ad Ostia o ai suoi “Cancelli”.

La spiaggia è lunga qualche chilometro, e presenta molte spiagge libere, in particolare nel lato a sinistra della rotonda di Ostia che troverete appena finito di percorrere in auto la Cristoforo Colombo, mentre a destra vi sono tantissimi stabilimenti balneari.

Link sponsorizzati

Sport: tutti gli acquatici, pista ciclabile lungo tutto il litorale per andare in rollerblade, bici, correre.

Spiagge a Castel Porziano: i “Cancelli”

spiaggia-Cancelli-Castel-Porziano-Ostia

A sud della foce del Tevere, lungo la strada Litoranea che va da Ostia fino a Torvajanica si trova una delle spiagge più belle di Roma: la spiaggia di Castel Porziano. Ben 5 chilometri di litorale selvaggio, tra una pineta e il mare a cui poter accedere attraverso 8 famosi “Cancelli”.

Tipo di Sabbia: fine dorata.

Spiagge libere alcune attrezzata comunali, suddivisa in otto cancelli d’accesso. 

Spiaggia di Capocotta 

Spiaggia_Capocotta_Roma

La spiaggia di Capocotta (è l’8° Cancello) è il tratto di litorale romano compreso tra Castel Porziano e Torvajanica, una delle spiagge con dune meglio conservati in Italia e rappresenta davvero una valida alternativa alle spiagge di Ostia.

Estesa per 45 ettari, dal 1996 fa parte della Riserva naturale statale Litorale Romano. 

Il mare di Capocotta è molto pulito, nonostante la vicinanza alla Capitale, e le sue dune sono veramente caratteristiche.

La zona, storicamente meta di naturisti, offre un tratto di 250 metri autorizzato alla pratica naturista dal Campidoglio

Tipo di Sabbia: fine dorata.

Come arrivare: Le spiagge di Castel Porziano e Capocotta sono raggiungibili con il trenino Roma-Lido: si scende al terminal “Cristoforo Colombo”, si prende l’autobus 07, scendere al km 10,200 della Litoranea. In auto, percorrere la via Litoranea Ostia-Anzio

Dove mangiare: assolutamente da non perdere è un pranzo a base di pesce al ristorante Dar Zagaia, si mangia direttamente in spiaggia con i piedi nella sabbia, tanto relax, buon cibo e soprattutto prezzi onestissimi.

Spiagge di Anzio e Nettuno

spiaggia-faro_Anzio

Meta di molti romani, è una delle poche località balneari del Lazio eletta da diversi anni consecutivi Bandiera Blu. Mare quindi tra i più puliti del Lazio e veramente trasparente, spiagge con sabbia dorata e fondali bassi con molte spiagge libere oltre che stabilimenti ben attrezzati.

Il porto di Anzio è un punto perfetto per raggiungere le isole pontine.

Alla sinistra del porto andando verso Nettuno, vi sono molti stabilimenti, perfetti per famiglie con bambini (es. Tirrena) come le spiagge di ponente (es. Fanciulla d’Anzio).

Come arrivare: facilmente raggiungibile con il treno, in circa un’ora, la stazione dei treni di Anzio è vicina al paese e al porto, in macchina si arriva tramite la Pontina e uscendo poi sulla Nettunense, con circa un’ora o poco più di macchina.

Dove dormire: Mirage Rooms e L’Approdo sul mare sono due indirizzi che ti consiglio, ma cliccando qui trovi l’intera offerta di appartamenti in affitto.

Dove mangiare: Romolo al Porto, OltreMare, Oro Exclusive Restaurant, La Terrazza, Il Riccio, Da Antonio al Porto, La Stanzetta, Da Alceste al Buon Gusto, Capo d’Anzio e Ristorante il Turcotto.

Da non perdere

Curiosità: ad Anzio è presente il Cimitero Inglese della II Guerra Mondiale, in cui morì anche il padre di Roger Waters, il famoso bassista dei Pink Floyd, a cui qualche anno fa  è stata data la cittadinanza onoraria dal Sindaco. Piccola curiosità è che ad ogni concerto italiano, Waters fa un salto ad Aprilia per poter fare una visita a suo padre Erich Fletcher Waters. Nella canzone “When The Tigers Broke Free” dei Pink Floyd, viene anche citata la città di Anzio.

Tra le spiagge che consiglio di non perdere: 

  • Spiaggia di Torre Astura (fuori Nettuno);
  • Lido dei Gigli, una spiaggia libera con sabbia con dune e una pineta davvero molto bella;
  • Spiaggia delle Grotte di Nerone (Anzio), una spiaggia libera con sabbia e qualche roccia con una vista davvero unica sul complesso dell’antica villa di Nerone e sul faro. Se volete c’è anche uno stabilimento (Rivazzurra), per raggiungerlo dovrete passare all’interno del tunnel scavato nella roccia, e passare dalla parte di Anzio Colonia.

Isola di Ponza

Isola-Ponza

Forse il mio angolo di mare preferito.

Facilmente raggiungibile con traghetto o aliscafo da Anzio, Circeo, Formia o Terracina, l’isola di Ponza è un posto da sogno dove poter trascorrere giornate all’insegna di spiagge caraibiche cristalline, con fondali trasparenti fino a 30 metri sott’acqua!

Per poterla apprezzare al meglio, ti consiglio vivamente di affittare una barchetta direttamente al porto e fare poi tutto il giro dell’isola.

Frontone è la sola spiaggia accessibile dell’isola, ed è raggiungibile tramite un taxi boat dal porto. Un po’ più distante, sono le piscine naturali nella zona di Le Forna, raggiungibile in taxi boat.

Se ami le immersioni, qui a Ponza organizzano molti diving, ce ne sono per tutti i livelli, uno facile è l’immersione alle Formiche, con una profondità di 54 metri.

Curiosità: suggerisco un’immersione alternativa con istruttore alla scoperta della LST 349, una nave militare che venne affondata nel 1943.

Come arrivare: l’isola di Ponza è facilmente raggiungibile, con traghetti e aliscafi, dai porti di Anzio, San Felice Circeo, Terracina, Formia e Napoli.

Dove dormire: ampia la scelta sia per famiglie che coppie. Suggerisco di non perdere il Grand Hotel Santa Domitilla con un meraviglioso centro benessere, l’hotel Gennarino a Mare, vicini al porto poi: l’hotel Mari e il Feola. Se vuoi trovare altri appartamenti clicca qui, ti ho filtrato qui i migliori su booking.

Dove mangiare: chi ama il crudo di pesce consiglio una cena romantica al ristorante Acqua Pazza, o in alternativa all’Orerock, sulla spiaggia di Santa Maria. Se invece cerchi i piatti della tradizione dell’isolana con una super vista, ti suggerisco anche l’Eea. Tante le proposte da assaggiare, non perdere però le famose linguine con aragoste e il tradizionale castello ponzese. Ottima anche la produzione vinicola. 

Da non perdere: un must fare il giro dell’isola affidando una barca al porto. Se siete amanti delle immersioni, allora Ponza vi offrirà fondali davvero eccezionali.

Spiaggia Chiaia di Luna (Ponza)

spiaggia-Chiaia-di-Luna-Isola-Ponza

La spiaggia più bella e famosa di Ponza.

Scogliera di tufo bianco alta oltre 100 metri, a picco sul mare.

[Aggiornamento] Purtroppo la spiaggia non è accessibile né da terra che via mare a causa di alcuni crolli. Le imbarcazioni possono sostare a un massimo di 200 metri dalla cala e godersi comunque un magnifico mare.

Il nome deriva dalla sua forma e colore, molto simile ad una falce di luna, il termine “chiaia” infatti, deriva dal napoletano e significa spiaggia.

Non perdere anche:

La piccola lingua di spiaggia è fatta di ghiaia fine bianca che dono all’acqua questo colore turchese brillante.

Tipologia: sabbia bianca, ghiaia, scogli

Curiosità: Chiara di Luna è famosa per i reperti archeologici ritrovati e risalenti all’epoca greca e romana.

Da non perdere: se cerchi atmosfere romantiche, allora non perderti Chiama di Luca al tramonto, sia da barca che seduto sopra in cima alla scogliera, per godere appieno di un tramonto da cartolina.

Isola di Palmarola

isola-Palmarola

Vicina a Ponza, troviamo Palmarola, un’isola di una bellezza selvaggia, oggi praticamente quasi disabitata. L’isola di Palmarola è a circa 10 chilometri a Ovest di Ponza, facilmente raggiungibile in barca dal porto di Ponza, il suo nome deriva dalla sua caratteristica palma nana.

Le sue spiagge sono fatte di sassolini e rocce.

L’unica spiaggia accessibile è quella in ciottoli della Maga Circe, sicuramente da non perdere anche un bagno nella parte nota come “Cattedrali di Palmarola”, una scogliera rocciosa che ricorda quella di una cattedrale, qui ci sono grotte in cui è possibile nuotare al loro interno.

Oltre al mare, è possibile fare un po’ di trekking percorrendo il sentiero che arriva al faraglione di San Silverio, il papa e patrono di Ponza, che proprio su questo sperone di roccia subì il martirio.

Come arrivare: per chi non si muove con una barca propria, per arrivare a Palmarola si può prendere il treno e scendere alle stazioni di Anzio, Terracina o Formia e poi salire su un traghetto o aliscafo e raggiungere Ponza e da qui si può affittare una barca o un gommone, in alternativa è possibile usufruire del servizio di collegamento svolto dalla Cooperativa Barcaioli Ponzesi. Ti suggerisco comunque di acquistare una delle gite organizzate da Ponza a Palmarola, in cui è compreso anche il pranzo a bordo.

Dove dormire e mangiare: a Palmarola c’è solamente un ristorante “O Francese”, in cui vi è la possibilità di pernottare sull’isola, presente sulla spiaggia della Maga Circe.

Da non perdere: fare il bagno nelle acque cristalline, e visitare le case grotta, che ijun tempo utilizzate dai ponzesi come ricovero di attrezzi agricoli.

Curiosità: vi sono dei tratti di costa rocciosa di colore nero a causa dell’ossidiana, un vetro di origine vulcanica che si formò a causa del rapido raffreddamento della lava nel mare. Durante l’epoca preistorica, gli uomini raggiungevano Palmarola proprio per estrarre l’ossidiana, che veniva impiegata per la costruzione di lame e utensili vari.

Cala del Porto, Isola di Palmarola

Cala del Porto o Spiaggia della Maga Circe, è una spiaggia di sabbia e sassi, con molte grotte di tufo, ed il caratteristico Faraglione di San Silverio. Il suo mare cristallino, la natura incontaminata,  e i sassi presenti rendono i colori di questa spiaggia e mare davvero unico e molto selvaggio, considerata, non a caso, una delle spiagge più belle al mondo.

Isola di Ventotene

isola-Ventotene

Quasi esattamente a metà tra Ponza e Ischia troviamo la meravigliosa isola vulcanica di Ventotene in cui sono presenti alcune tra le spiagge più belle di tutto il Lazio.

In generale, la costa dell’isola è per la maggior parte rocciosa, ma vi sono anche spiagge con sabbia. 

Il consiglio, come per tutte le isole, è sempre quello di affittare una barchetta o gommone, in quanto solo così riuscirai a scoprire tutte le sue acque più belle in cui tuffarti.

Tra le spiagge più belle di Ventotene non posso non citare quella di Cala Nave, premiata con la Bandiera Blu, è raggiungibile a piedi dal vicino centro abitato ed è per questo molto frequentata sia da dagli isolani, che dai turisti. Questa spiaggia deve il suo nome agli scogli presenti, che ricordano la forma di una nave, il suo fondale ghiaioso regala una trasparenza unica all’acqua, farsi il bagno qui è veramente uno spettacolo!

La spiaggia di Cala Nave è adatta anche ai bambini, in quanto è presente una parte attrezzata e con diversi servizi, inoltre ha un fondale basso per diversi metri ed il mare è solitamente molto calmo. Per tutto questo, l’isola di Ventotene risulta essere una destinazione molto indicata per famiglie con bambini, essendo molto meno caotica di Ponza, ma perfetta anche per coppie che cercano tranquillità e assoluto relax.

Dove fare immersioni a Ventotene: l’isola è stata eletta da diversi anni area marina protetta, ed è una tappa obbligatoria per tutti i sub che cercano i fondali più belli in Italia. Tre i punti diving assolutamente da non perdere elenchiamo: 

  • Punta Pascone, profonda circa 15 metri, da non perdere la Secca dell’Archetto, un vero e proprio tunnel con moltissime spugne;
Punta-Pascone-isola-Ventotene
Punta Pascone
  • le Sconciglie, con diverse grotte marine, qui leggenda narra che vissero le sirene, sì proprio quelle che tentarono il nostro Ulisse; 
  • immersione alla scoperta del relitto del Santa Lucia, una nave ambulanza affondata durante la Seconda Guerra Mondiale; 
  • secca della Molara, vicino all’isolotto di Santo Stefano, qui è facile osservare i barracuda, quindi attenzione!

Come arrivare a Ventotene: Il porto più vicino per arrivare a Ventotene è quello di Formia (si prende il treno da Termini e si scende a Formia, oppure in auto su autostrada Roma-Napoli si esce a Cassino). L’isola di Ventotene è molto ben collegata da traghetti (durata circa due ore) e aliscafi (durata circa un’ora). L’isola di Ventotene è raggiungibile dai porti di: Terracina, Ischia e Napoli.

Dove dormire a Ventotene: l’isola offre molte possibilità di pernotto, tra gli hotel che ti consiglio l’Isolabella, Villa Iulia e Calabattaglia. Qui trovi anche la mia selezione dei migliori B&B di Ventotene.

Dove mangiare: per un pranzo veloce al mare ti consiglio il ristorante “Il Brigantino”, vicino al faro. Per l’ aperitivo l’Isola dei sapori o la Lampara (ottimo il crudo di pesce). Un vero must dell’isola è quello di fare colazione al bar Verde, nella piazza principale, e assolutamente da prenotare una cena al ristorante Marisqueria, rigorosamente sulla sua bellissima terrazza liberty. I piatti da non perdere: 

  • zuppa con lenticchie coltivate direttamente sull’isola;
  • paccheri con rana pescatrice e capperi;
  • murena in scapece, ossia piccoli assaggi di murena fritti, cipolle, alloro e pinoli. 
  • i tipici calamari ripieni;
  • cianfotta, ossia asparagi, carciofi, piselli, patate, e fave.


Da non perdere: Ventotene oltre al bellissimo mare cristallino offre molto altro da vedere:

  • resti archeologici di Villa Giulia (Punta Eolo), ti consiglio di partecipare alle loro visite guidate;
  • cisterne romane di Villa Stefania e dei Detenuti, in cui poter vedere i graffiti lasciati dai carcerati durante la dominazione borbonica;
  • vsita al carcere borbonico sull’isola di Santo Stefano.

Tra quelle mura fu imprigionato, tra gli altri, Sandro Pertini, e fino al 1965 è stato un luogo di pena per gli ergastolani. Prima di ripartire d’obbligo entrare nella piccola libreria L’Ultima Spiaggia, dove vengono organizzati anche diversi appuntamenti culturali.

Curiosità: nel cimitero dell’isola è sepolto Altiero Spinelli, l’autore del Manifesto di Ventotene e tra i padri dell’Europa unita. Il 19 e il 20 settembre si svolge la festa di Santa Candida, la patrona dell’isola, e ogni isolano realizza e poi fa volare in cielo delle coloratissime piccole mongolfiere di carta. Se sei particolarmente fortunato, nel mare intorno a Ventotene potrai ammirare anche i capodogli.

Spiagge più belle del Lazio a Sud di Roma 

Spiaggia di Torre Astura

Spiaggia-Torre-Astura

La spiaggia di Torre Astura è perfetta per tutti quelli che amano la natura selvaggia e spiagge libere, qui infatti, non ci sono stabilimenti, quindi occorre portarsi dietro tutto il necessario.

I fondali sono bassi e quindi adatti ai bambini.

La spiaggia si trova a circa 15 minuti da Nettuno in direzione Latina, il suo litorale è sabbioso e lungo ben 10 chilometri, ed è l’unico tratto della zona non cementificato e che quindi preserva ancora tutto il fascino di un posto selvaggio. 

La spiaggia di Torre Astura presenta dune sabbiose e una vegetazione rigogliosa, con la presenza di una pineta alle sue spalle dove è piacevole trovare rifugio e riparo durante le ore più calde della giornata.

Il mare di Torre Astura è uno dei più puliti e belli vicino Roma, e anche i suoi fondali sono ricchi di pesci, ricordatevi quindi di portare con voi maschera e pinne!

Ma la caratteristica che la distingue da tutte le altre spiagge è la presenza della Torre “Astura”, risalente al medioevo. La torre è stata costruita nel mare ed è raggiungibile percorrendo una passerella. La torre fu eretta dalla famiglia Frangipane per difendersi da eventuali incursioni dei saraceni. Alla destra della torre tra la costa e sotto il mare si trovano i resti di una villa tardo repubblicana romana, molto probabilmente appartenente a Cicerone.

Come arrivare: per raggiungere la spiaggia di Torre Astura, da Nettuno si deve prendere la strada Acciarella in direzione Latina. Passato il bosco del Foglino, a circa 5 chilometri al primo incrocio si gira a destra verso Foce Verde, e dopo circa 3 km si arriva a un grande parcheggio in cui lasciare l’auto, per poi proseguire a piedi lungo il sentiero che ci porterà direttamente alla spiaggia.

Dove dormire: Se cerchi un posto dove dormire a Nettuno, ti consiglio l’Astura Palace hotel e lo Scacciapensieri. Per famiglie con i bambini c’è anche il camping village Isola Verde.

Dove mangiare: se vuoi cenare e cerchi un buon ristorante di pesce a Nettuno, ti suggerisco il ristorante SottoSopra, assolutamente da assaggiare i suoi spaghetti alla chitarra con l’aragosta; e da Romolo al Borgo, all’interno del borghetto medievale di Nettuno, devi assolutamente provare i suoi spaghetti alle telline, semplicemente strepitosi! Non farti suggestionare dal piatto, ma a Nettuno un altro piatto tipico locale sono le rane fritte.

Da non perdere: visita al forte San Gallo, un mini trekking nel bosco di Foglino, e da non perdere una visita al laghetto Granieri.

Curiosità: la spiaggia di Torre Astura è stata la scenografia di moltissimi film, ne cito solo alcuni perché l’elenco sarebbe molto lungo: la serie televisiva Pinocchio, L’arcidiavolo, Cleopatra con Elizabeth Taylor. In letteratura fu proprio D’Annunzio a fornirci una vista della spiaggia di Torre Astura, in cui un tempo pascolavano i bufali.

Latina Lido

A circa un’ora e mezza di macchina da Roma, troviamo Latina e le sue spiagge di sabbia bianca fine bagnate da un mare trasparente e pulito, con alle spalle una bellissima flora.

Le spiagge più belle di Latina sono quelle di Capo Portiere e la spiaggia di Foce Verde, perfette anche per famiglie con bambini in quanto hanno fondali non troppo profondi.

Molti gli stabilimenti balneari, come anche le spiagge libere a disposizione tra Capo Portiere e Foce Verde, in questo tratto inoltre, vi sono moltissime case in affitto e seconde case, e basta attraversare la strada per essere già in spiaggia, davvero perfetto per famiglie con i bambini!

Se ami la natura incontaminata, allora ti consiglio il tratto di spiaggia che va da Capo Portiere a Rio Martino, è servito solamente dai classici chioschetti, in cui si può mangiare ed eventualmente noleggiare lettini/sdraio e ombrelloni. Questa spiaggia è caratterizzata dalle dune e macchia mediterranea, e non a caso è parte del Parco Nazionale del Circeo.

Come arrivare: in treno da Termini si scende alla stazione di Latina Scalo e si arriva al centro città prendendo gli autobus pubblici o taxi. In auto da Roma si percorre la Pontina. Il lido di Latina inoltre è perfettamente raggiungibile con una bellissima pista ciclabile.

Dove dormire: molti gli alberghi, appartamenti e B&B, tu suggerisco l’Hotel Europa con una meravigliosa terrazza su cui cenare ammirando la città di Latina. Sul lido poi vi sono numerose offerte, tra tutte ti consiglio l’hotel Fogliano e l’hotel Miramare. Se hai figli, ti consiglio vivamente di affittare una casa tra Capo Portiere e Foce Verde.

Dove mangiare: imperdibile per gli amanti della buona cucina e dei vini raffinati al wine bar l’Enoteca dell’Orologio in piazza del Popolo. Se vuoi invece assaggiare i piatti di mare della tradizione, fronte mare  devi assolutamente prenotare al “Tarantino”, “Made in Italo Il Velletrano” e “Punto Loran”.

Da non perdere

Guida Gratis: Vuoi Scoprire i 10 Luoghi più Curiosi di Roma???

Davvero in pochi li conoscono (neanche i romani), e molto difficilmente li riuscirai a trovare altrove:

  • gli ottimi vini, d’obbligo una visita alla Cantina del Casale del Giglio;
  • una passeggiata al tramonto tra i monumenti dell’architettura razionalista nel centro di Latina;
  • la gelateria Polo Nord
  • una passeggiata nel borgo di Fogliano, proprio qui la nobile famiglia Caetani soleva trascorrere la sue vacanze, questo luogo è stato set di alcuni film, uno degli ultimi e più famosi Quo Vado? con Checco Zalone.

Curiosità: archeologia al Borgo Le Ferriere, a due passi dia Latina, qui sono stati ritrovati i resti perduti della civiltà dei volsci e romani, ne è un esempio il tempio dedicato alla Mater Matuta.

Spiagge più belle a SABAUDIA

spiagge-Sabaudia-mare-bello

Ci troviamo precisamente nel cuore pulsante del Parco Nazionale del Circeo, Sabaudia è il luogo prediletto dai romani, dai VIP, dai turisti, insomma un po’ tutti sono conquistati da questo meraviglioso litorale.

Le spiagge di Sabaudia sono caratterizzate da sabbia finissima dorata, acque trasparenti, una vista incantevole sul promontorio del Circeo, molte le spiagge attrezzate come anche spiagge libere, e chioschi vari.

Qui è possibile fare molto sport acquatico, tra corsi di surf e canoa.

Le spiagge che ti consiglio sono Torre Paola e quella della Bufalara, che vedremo nel dettaglio più sotto.

Come arrivare: in treno si scende alla stazione di Priverno-Fossanova e si prende il bus del Cotral che ci porta direttamente a Sabaudia. In auto da Roma, si percorre la Pontina (circa 1 ora e mezza), per chi viene da sud percorrendo la via Flacca oppure l’autostrada Roma-Napoli si esce al casello di Frosinone e  poi sulla Monti Lepini.

Dove dormire: se cerchi un hotel di lusso sul mare ti suggerisco l’Oasi di Kufra. Moltissima è l’offerta di hotel, case, ville, appartamenti, B&B, clicca qui per vedere le migliori in offerta. Qui potrai addirittura affittare una casa (di lusso) e diventare per qualche giorno vicino di Totti o di altri VIP. Per chi ama invece stare nella natura e avere la spiaggia ad un passo, vi sono diversi camping, come il Lilandà e il camping Sabaudia.

Dove mangiare: da non perdere un pranzo in uno dei tanti chioschi, assaggiare uno spaghetto alle vongole e una grigliata di crostacei e una frittura, allo Zeffiro da assaggiare i loro cannolicchi alla brace. Al tramonto, per un aperitivo ti consiglio l’Oasi di Kufra o da Saporetti. Per passare invece una serata tra amici c’è il London Pub o il Malugà (La Tana del Luppolo). Per un buon cocktail non perdere il bar L’Incontro Cafè nella piazza centrale.

Da non perdere

  • escursione con guida in canoa sul lago Paola (guide della Circeo Be Wild), dove potrai ammirare i resti della villa romana di Domiziano;
  • escursione di notte nella foresta del Parco Nazionale del Circeo, accompagnati dalle guide di Pangea che ti insegneranno a riconoscere gli animali partendo dai suoni e dai loro odori.

Curiosità: nel tratto che va tra Rio Martino e la spiaggia della Bufalara troviamo la “strada interrotta”, ovvero una parte di Litoranea ormai chiusa al traffico in cui la natura è tornata a prendere il sopravvento. È possibile girarla sia a piedi che in bici, qui potrai ammirare un paesaggio unico, molto simile a quello africano, tra dune, mare e zone paludose in cui pascolano libere le bufale. Se ami il bird watching allora non perdere la zona dei Pantani d’Inferno, in cui poter ammirare tantissime varietà d’uccelli acquatici, cormorani, aironi cenerini e se sei fortunato fenicotteri rosa.

Spiaggia di Torre Paola (Sabaudia)

spiaggia-Torre-Paola-Sabaudia

Tra le più belle e più frequentate spiagge laziali vicino Roma, la spiaggia di Sabaudia, chiamata spiaggia di Torre Paola, è davvero un tratto di spiaggia incantevole e selvaggio, caratterizzato da una lunga lingua di sabbia con dune che separa il mare dal lago alle sue spalle.

Il suo nome si origina dalla fortezza presente sul Promontorio del Circeo.

La spiaggia di Torre Paola offre alcuni stabilimenti, tra i migliori: Lilandà, Le Streghe e Saporetti lo stabilimento più famoso e frequentato da molti vip, si trova proprio sotto la Torre Paola; la maggior parte del litorale è comunque totalmente spiaggia libera.

Torre Paola è il luogo perfetto per chi cerca relax, acque meravigliose, passeggiare lungo il bagnasciuga e ammirare il monte Circeo non ha prezzo: se cerchi i tratti meno frequentati devi camminare un po’ in quanto devi allontanarti dalla parte delle discese a mare.

Da non perdere al tramonto, dove le luci, il suono del mare rende l’atmosfera ancora più magica e rilassante.

Per chi ama il surf e il kitesurf, Torre Paola è il luogo adatto, in quanto battuta quasi sempre da venti.

Spiaggia della Bufalara (Sabaudia)

spiaggia-Bufalara-Sabaudia

Se vuoi allontanarti un po’ dal bailamme di Sabaudia, e immergerti in un luogo selvaggio e incontaminato perfino ad Agosto, allora ti consiglio di dirigerti alla Bufalara, una spiaggia a nord di Sabaudia priva di ogni tipo di servizio, dove il nome già suggerisce che qui pascolano libere nei campi vicino le bufale, in un luogo unico dove la natura regna incontrastata.

Consiglio di organizzare prima la giornata, portandosi tutto l’occorrente per l’intera giornata, teli da mare, pranzo al sacco, acqua in ghiacciaia, ombrellone…

Come arrivare: parcheggia alla fine del lungomare di Sabaudia, per poi continuare a piedi lungo il sentiero tra le dune ed i laghi costieri di Fogliano, Caprolace e Monaci.. Più camminerai e più la spiaggia si farà deserta!

Sebbene l’acqua non sia così trasparente come quella del Circeo, questo mini trekking ne varrà sicuramente la pena: vuoi mettere fare il bagno in queste mare, potendo rimirare le bufale che pascola tranquillamente?!?

Spiagge più belle a San Felice Circeo

Altra meta super gettonata da romani e non solo, San Felice Circeo è davvero il posto perfetto per una vacanza a misura di famiglia, ma anche per tutti i ragazzi che cercano divertimenti, insomma accontenta veramente tutti!

Vediamo di scoprire le sue spiagge più belle e meno conosciute, anche qui il consiglio è quello di salire su un gommone o una barca, per godere appieno degli angoli di mare più belli, qui l’acqua è di un colore smeraldo e super cristallino con fondali rocciosi che ricordano molto quelli della Sardegna,

Il promontorio del Circeo presenta moltissime scogliere e qualche piccola cala (sempre affollata nei week-end) dove poter scendere al mare.

Le spiagge migliori si trovano nei pressi della Grotta delle Capre, qui l’acqua del mare presenta riflessi smeraldi a causa della vegetazione presente, dopo ti consiglierò 2 spiagge uniche da non perdere.

Per un giro del borgo, ti consiglio di iniziare da piazza Lanzuisi, dove potrai ammirare la Torre dei Templari e il Palazzo Baronale. Per lo shopping, vai su corso Vittorio Emanuele.

Come arrivare: la stazione dei treni è quella di Priverno-Fossanova, dopo si prende il bus del Cotral o i bus del trasporto pubblico locale che ci porteranno direttamente al borgo. In auto si arriva tramite la Pontina.

Dove mangiare: se vuoi assaggiare la cucina tradizionale, da non perdere: Le Mura, Antico Mulino, Sapor Proprio e la Locanda degli artisti. Se come me ami il crudo di pesce, tappa fissa da Pappafico. Sia per cene che per un aperitivo c’è la risto-enoteca Oleum. Se invece ami la carne, allora vai da Frenesia Rock.  Per dolci, torte un must è la Casa del Dolce.

Dove dormire: San Felice Circeo presenta forse la più vasta offerta di affitti di villette, qui trovi la mia selezione delle migliori offerte. Se invece cerchi un albergo, ti consiglio di prenotare all’Hotel Corallo, Hotel Mastropeppe, Il Fiore di Loto, Circeo Park Hotel, Villa Penelope. Tra i B&B ecco quelli che suggerisco: Macondo b&b, I Lecci b&b, CircEea.

Da non perdere: giro in barca alla scoperta delle grotte Guttari, Capre e quella della Maga Circe. Potete anche fare trekking nel Parco Nazionale del Circeo (www.parcocirceo.it)

Curiosità: sul monte Circeo vi sono dei resti di un antico tempio che alcuni studiosi indicano fosse dedicato proprio alla maga Circe!

Spiaggia Piscina delle Batterie di Punta Rossa (Circeo)

Tra le calette più nascoste tra le rocce e proprio da non perdere, troviamo Batterie di Punta Rossa, ovvero una cala dal fondale in ciottoli molto basso di un colore inconfondibile, in cui poter fare un bagno in una piscina naturale.

Questo luogo è un vero e proprio paradiso, perfetto per tutti quelli che amano gli scogli.

Cala del Prigioniero (Circeo)

cala-del-prigioniero-Circeo

Un’altra spiaggia più bella del Lazio è sicuramente quella di Cala del Prigioniero, purtroppo o per fortuna raggiungibile solamente con una barca. 

La spiaggia è paradisiaca, selvaggia e incontaminata, ed il mare è veramente il top. 

Il suo nome si tramanda derivi da un soldato che durante la Seconda Guerra Mondiale trovò rifugio in una grotta vicino questa riva.

[Aggiornamento] Purtroppo, a causa del rischio frane, da alcuni anni vige un’ordinanza della capitaneria di porto che ne vieta l’avvicinamento/la navigazione a meno di 50 metri dalla scogliera per l’intero tratto di costa da Torre Paola a Punta Rossa. Un provvedimento di sicurezza necessario perché, oltre al problema dell’eventuale caduta massi, si aggiunge il problema dell’alta marea che causerebbe difficoltà ad allontanarsi.

Spiagge a Terracina

Terracina-mare-spiagge-belle

Altro posto con mare incantevole e Bandiera Blu, è Terracina. 

Le sue spiagge di Levante e Ponente hanno dettagli simili, ma optando per la prima avremo la possibilità di ammirare anche il Tempio di Giove Anxur e scattare foto davvero uniche.

Spiagge da non perdere a Sperlonga

spiaggia-mare-Sperlonga

Ecco ora un dei mari più belli in tutta la costa laziale.

Ma non solo.

Anche il paesino è meraviglioso, tanto che è stato inserito fra i borghi più belli d’Italia.

A solo un’ora e mezza circa dalla Capitale, Sperlonga offre uno dei mari più belli del litorale vicino Roma, con spiagge sia sabbiose che con sogli, attrezzate e libere, perfette anche per famiglie con bambini.

Il borgo di Sperlonga, offre tanto in termini di divertimenti, accoglienza, ristoranti ma soprattutto di bellezza, qui potrai scattare infatti delle foto incredibili nei tanti scorci sul mare. 

La provincia di Latina offre numerosi lidi da non mancare. Perfino a pochi chilometri dal capoluogo, nell’area Borgo Sabotino, si trovano posti dalla sabbia fine e il mare limpido. In provincia però la metà da raggiungere è Sperlonga, in particolare la spiaggia di Bazzano: amata dai locali e poco conosciuta dai turisti, è un luogo ideale dove piantare l’ombrellone.

Il tramonto? Da Torre Truglia. Meglio sopra di un gommone, per vivere il mare e guardare la costa da un’altra prospettiva.

Come arrivare: consiglio di arrivare con l’auto, in quanto la stazione dei treni è a 12 chilometri dal paesino, ma comunque collegata con degli autobus. In macchina si arriva tramite la Pontina o con l’Autostrada Roma-Napoli, uscita Frosinone.

Dove dormire: l’offerta di pernotto è davvero vasta, fate attenzione però alla loro posizione: se avete passeggini, bambini, anziani e persone diversamente abili pernottare al borgo non è consigliato. Se cerchi un hotel a Sperlonga ti consiglio: Casamediterranea, Belvedere, Virgilio, Grotta di Tiberio, Marconi, e La Sirenella che tra l’altro ha anche una sua spiaggia privata. Qui trovi ulteriori altre ottime strutture dove dormire a Sperlonga.

Dove mangiare: il bar La Piazzetta è un must; per cene ti consiglio di prenotare a: La Califfa, Capricci di Mare, Altrò, Cru Fish e Mudejar. Allo stabilimento ristorante Riva San Rocco è molto indicato per amici, non perdere le loro tartare, e gli aperitivi.

Da non perdere: alla sera il borgo di Sperlonga dona il meglio di sé, i suoi colori dal bianco al blu ricordano vagamente le atmosfere della Grecia, cerca tutti scorci sono uno più bello dell’altro!

Curiosità: se ami l’archeologia, ti consiglio una visita alle Grotte della Villa di Tiberio, raggiungibili anche da spiaggia

Tra le spiagge veramente più belle di Sperlonga ti consiglio:

  • Spiaggia di Angolo, in prossimità dei resti della Villa di Tiberio;
  • spiaggia delle Bambole;
  • Spiaggia di Bazzano.

A Sperlonga potrai effettuare molte immersioni, e troverai dei fondali incredibili popolati da moltissimi pesci, inoltre potrai affittare tutte le attrezzature per i vari sport acquatici.

Spiagge consigliate a Gaeta

mare-spiagge-belle-Gaeta

Scendendo più a sud troviamo uno dei litorali laziali veramente da non perdereGaeta.

Qui le spiagge sono quasi tutte di sabbia con sia stabilimenti che spiagge libere.

Numerose le spiagge assolutamente da non perdere, fra tutte quelle dei:

  • spiaggia dei 300 scalini
  • spiaggia Renauta;
  • spiaggia Ariana;
  • spiaggia di S. Agostino;
  • spiaggia di Serapo.

Gaeta offre molto relax, e tanti locali sulla spiaggia dove divertirsi in compagnia di amici.

Se ami le calette isolate, dopo te ne svelerò qualcuna che potrai raggiungere anche a nuoto.

Come arrivare: si scende alla stazione dei treni Formia-Gaeta, che è in realtà Formia. Si raggiunge il paese con le linee dei bus Cotral. In auto si percorrono la Pontina, oppure l’autostrada Roma-Napoli e si esce a Cassino. 

Dove dormire a Gaeta: svariate le proposte, per gli alberghi ti suggerisco l’hotel Mirasole International, Villa Irlanda, hotel Gajeta, il Grand Hotel Le Rocce e il Summit Hotel, Il Ninfeo e l’Aeneas Landing Resort. Qui trovi la mia selezione di altre ottime strutture dove dormire a Gaeta.

Dove mangiare: entra in un forno qualunque e prova la “tiella”. Per mangiare dell’ottimo pesce e cruditè in un ambiente tranquillo ti consiglio “Da Comeilmare”. Se vuoi un panino veloce puoi provare Crew Burger. Tra quelli un po’ più “impegnati” puoi prenotare allo Scirocco bistrot e Dolia.

Da non perdere: tappa obbligatoria alla “montagna Spaccata” di Gaeta. Vi sono diverse leggende: quella più nota narra che in questo luogo si nascondessero i pirati saraceni pronti ad attaccare le navi nemiche. Un giorno uno di questi soldati toccò la montagna, che divenne subito morbida deformandosi sotto la sua mano. Ad un certo punto del percorso infatti, si può notare un’impronta nella roccia e vicino una scritta in latino: “Un incredulo si rifiutò di credere ciò che la tradizione riferisce, lo prova questa roccia rammollitasi al tocco delle sue dita”.

Curiosità: il trenino che passa lungomare oltre a essere un divertimento per i bambini ha anche una sua utilità in quanto trasporta le persone che hanno parcheggiato la propria auto nel parcheggio lontano dal centro storico, un modo per spostarsi senza stress, non male no?

Spiaggia di Serapo (Gaeta)

spiaggia-di-Serapo-mare-Gaeta
Spiaggia di Serapo (Gaeta)

La spiaggia di Serapo è una delle spiagge più belle del Lazio, tanto da essere stata bandiera blu moltissime volte. Si trova a poca distanza dal paese, e presenta sabbia fine bianca e un mare dal bellissimo colore turchese.

Qui ci sono doversi stabilimenti con tutti i servizi, e qualche spiaggia libera.

La presenza di scogli in mare non la rende molto adatta ai bambini.

Il suo nome deriva da uno scoglio in mezzo al mare, che ricorda quella di una nave, la leggenda vuole che si tratterebbe proprio della nave di Ulisse, che venne poi trasformata in pietra dall’ira della maga Circe.

Piana di Sant’Agostino (Gaeta)

spiaggia-Sant-Agostino-Gaeta
spiaggia di Sant’Agostino (Gaeta)

Altra spiaggia consigliata a Gaeta, lunga ben 2 km con sabbia e presenza sia stabilimenti balneari che spiagge libere. Questa spiaggia è diventata ormai da diversi anni un punto di riferimento per  chi pratica surf grazie alle sue onde. Mentre per gli scalatori c’è una falesia proprio sopra la spiaggia adatta all’arrampicata (con guida e attrezzatura specifica in sicurezza).

Spiaggia dei Trecento Gradini (Gaeta)

Spiaggia-Trecento-Gradini-Arenauta-Gaeta
Spiaggia dei 300 scalini (Gaeta)

Nota anche come spiaggia dell’Areonauta, ma conosciuta ai più come la spiaggia dei 300 scalini, questa è di certo sul podio della classifica delle spiagge più belle di tutto il Lazio.

La sua sabbia è bianca, il mare è caraibico e riflette tutti i colori delle piante intorno.

Per arrivarci, come ci suggerisce il suo nome, occorre scendere per ben 300 gradini, ma questo è un bene, in quanto giunti in spiaggia non ci saranno troppi affollamenti anche nei periodi di agosto!

La spiaggia offre sia stabilimenti attrezzati che spiagge libere, e nel tratto più a sinistra, detto “ultima spiaggia” è riservata al naturismo.

Spiagge a Fondi

fondi-spiaggia-mare-bello

Il litorale di Fondi, sebbene meno conosciuto rispetto al Circeo o Sabaudia, ci offre spiagge di sabbia fine, dune e pinete, sotto le quali sono presenti diversi camping. 

Fondi rappresenta una scelta azzeccata sia per famiglie con bambini, camperisti che surfisti, infatti qui sono molto apprezzate le onde, perfette per chi pratica il kitesurf o il surf.

Tra gli stabilimenti balneari che ti suggerisco: Il Gabbiano blu, Il Grillo e L’Oasi di Tahiti.

Come arrivare: in treno basta scendere all’omonima stazione. In auto, per chi viene da Nord, si può percorrere l’Appia e poi la Flacca, oppure uscire sulla Roma-Napoli e uscire a Frosinone, arrivare a Terracina con la Monti Lepini e poi imboccare la Flacca, che è anche il collegamento per chi arriva da sud.

Dove dormire: vasta l’offerta di campeggi, B&B, appartamenti in affitto, per chi cerca relax ti suggerisco il relais SarAnd. Clicca qui per scoprire tutte le migliori sistemazioni sul lido di Fondi ancora disponibili in offerta.

Dove mangiare: per piatti di pesce tappa obbligatoria al ristorante Divina Giulia. Se vuoi assaggiare primi con funghi allora c’è La Magnatora. Deci sapere che a Fondi c’è il più grande mercato ortofrutticolo d’Italia, il Mof, quindi non perdere di assaggiare frutta e verdura fresca a km0. Assolutamente da assaggiare le “ciammotte” (lumache), il pesce di lago, i tutari (pannocchie alla brace).

Da non perdere: girare per il centro storico, vedere da fuori il castello baronale e il monastero di San Magno. Cenare al quartiere ebraico “La Giudea”. Per una passeggiata romantica la tramonto ti consiglio di andare lungo le sponde del lago, e di affittare un pedalò. Infine, è presente un tratto dell’Appia Antica veramente ben conservato.

Curiosità: all’interno del quartiere ebraico “La Giudea” vi è la Casa degli Spiriti, assolutamente da non perdere se amai le storie di fantasmi.

Spiaggia di Vindicio (Formia)

spiaggia-Vindicio-Formia

A Formia ti consiglio di andare alla spiaggia di Vindicio, perfette per famiglie, offre campi di beach volley e scuole di windusurf.

Come arrivare: è comodo raggiungere la località in treno, nonostante la stazione non sia vicina al mare.  In macchina da Roma si percorre la Pontina o l’Autostrada Roma-Napoli e si esce a Cassino, e si prendo poi la Strada regionale 630.

Dove dormire: il lungomare di Vindicio offre moltissimi appartamenti in affitto, indicati per famiglie  con figli ma anche per gruppi di amici. Come hotel ti ho selezionato questi: Klaton, Tirreno, Bajamar, Kora Park.

Dove mangiare: se vuoi assaggiare i piatti della tradizione locale, tappa fissa è al Chinappi, storico locale aperto nel 1957, o in alternativa “Il Gatto e la Volpe”. Se hai voglia di una pizza allora Mamma Petta è il posto perfetto. Per un aperitivo a base di pesce e crudité ti suggerisco Bellablu. Per un buon vino c’è l’enoteca Telaro. Per un ottimo gelato Gretel Factory.

Da non perdere: per affittare un gommone (anche se non hai patente nautica) vai al porticciolo di Caposele. Da qui si riesce ad arrivare fino a Sperlonga. Lungo la costa vi sono molte grotte, e un mare veramente cristallino in cui ti tufferai moltissime volte! Per gli amanti dell’archeologia invece, a Formia non fatevi sfuggire una visita al Cisternone Romano risalente al I sec. a.C.

Curiosità: la stazione dei treni di Formia è diventata lo sfondo di una scena del film Febbre da Cavallo.

Spiaggia dei Sassolini, Minturno (Scauri)

spiaggia-dei-Sassolini-Minturno

Proseguendo sempre più a sud, voglio suggerirti la spiaggia dei Sassolini vicino Scauri. Questa magnifica spiaggia deve il suo nome alla presenza di sassolini e sabbia, il colore del suo mare è inconfondibile, smeraldo e trasparente. 

La spiaggia si trova all’interno di una insenatura a ovest della Torre di Scauri ed è circondata da rocce e macchia mediterranea che rendono il colore del mare ancora più smeraldo.

La spiaggia è dotata di uno stabilimento balneare ma anche di una spiaggia libera.

Come arrivare: in treno, da Roma, si scende alla stazione di Minturno-Scauri e si può raggiungere la città con varie linee di autobus. si arriva comodamente con l’Autostrada del Sole E54, uscendo al casello di Cassino e percorrendo le strade regionali interne fino alla costa.

Dove dormire: ti segnalo alcuni posti che ti suggerisco: Livingapple Beach, Villa Cipriano.

Dove mangiare:  tra i ristoranti ti suggerisco di prenotare: Il Macello o dalla Bottega dell’Artista. Per un cocktail tra amici “Dal Console”.

Da non perdere: girare tra i vicoli del centro storico di Minturno, vedere i resti delle antiche costruzioni romane (Comprensorio Archeologico Minturnae). Da vedere il castello baronale. Per gli amanti della natura: Parco Naturale Regionale Gianola e Monte di Scauri.

Mare e spiagge da non perdere a Nord di Roma

Isola del Giglio

spiaggia-arenella-isola-Giglio
spiaggia Aarenella (isola del Giglio)

Sebbene si trovi in Toscana, raggiungere il Giglio da Roma non è poi così tanto lontano.

Per raggiungerla basta prendere un battello che parte da Porto Santo Stefano.

L’isola del Giglio è caratterizzata da un mare veramente strepitoso e fuori dal comune, con spiagge di sabbia e calette.

Una delle spiagge più belle è Giglio Campese, con sabbia fine bianca, acqua trasparente e cristallina, super indicata per immersioni.

Altra spiaggia in assoluto da non perdere è Cala dell’Arenella, raggiungibile sia da terra che da mare, presenta sabbia fine bianca e scogli, il mare qui è una vera meraviglia di colori.

Dove dormire: qui trovi la mia selezione delle migliori strutture dove dormire al Giglio tra B&B, alberghi e affittacamere.

Monte Argentario

la-feniglia-spiaggia-Argentario
spiaggia la Feniglia (Argentario)

Sebbene anche l’Argentario si trovi in Toscana, è a poco meno di due ore da Roma ed è una delle mete preferite dai romani e non solo.

È un monte circondato quasi interamente dal mare, quasi come se fosse un’isola ed è collegata alla terraferma da una strada.

Sono presenti sia spiagge sabbiose che calette di scogli, e spiagge libere che stabilimenti balneari super attrezzati.

Come spiagge più belle ti consiglio di non perdere la spiaggia della Feniglia, e di visitare Porto Ercole e Porto Santo Stefano.

Vale sempre il solito consiglio, di affittare una barchetta per ammirare le calette più belle in completo relax.

Dall’Argentario partono anche i traghetti per l’Isola del Giglio, assolutamente da non perdere!

Dove dormire: qui trovi la mia selezione delle migliori strutture dove dormire all’Argentario.

Spiagge più belle a Tarquinia

Tra le migliori spiagge a nord di Roma non possiamo non citare anche Tarquinia, in provincia di Viterbo, offre un bellissimo litorale, di sabbia con pinete, ma anche tanta storia e cultura, qui infatti potrai scoprire le sue necropoli etrusche.

Dove dormire: Villa Hotel Valle del Marta Resort, Civico Zero Resort, b&b I Tre Camini, Valverde Guest house

Dove mangiare: Coco’s, Patisserie per i dolci, Gusto Bistrot, Horta Grill Bar, Telopreparoio, Pane Pelle Vino Beach.

Da non perdere: una visita alla Necropoli etrusca di Monterozzi, oltre 200 tombe con dei dipinti molto ben conservati.

Curiosità: la Riserva naturale Saline di Tarquinia è l’unica salina del Lazio, 150 ettari in cui scoprire molti vari uccelli come: aironi cinerini e fenicotteri rosa.

Spiagge da non perdere a Tarquinia:

  • spiaggia Pian di Spille 
  • spiaggia dei Bagni di Sant’Agostino
  • spiaggia delle Murelle

Spiaggia di Pian di Spille “La Grande Ciambella” (Tarquinia)

Se amate spiagge selvagge e autentiche, allora non perderti questa meraviglia.

Un litorale lungo 10 chilometri immerso nella natura, una pineta e tante dune di sabbia, questa spiaggia è nota anche con il nome Grande Ciambella, proprio per via della sua conformazione fisica, e presenta un’acqua super trasparente, perfetta anche per i bambini in quanto ha un fondale basso.

Tante spiagge libere e una parte riservata per chi fa naturismo, ma ci sono anche spiagge attrezzate con bar e ristoranti.

Spiaggia dei Bagni di Sant’Agostino (Tarquinia)

Spiaggia-Bagni-Sant-Agostino-Tarquinia
spiaggia Bagni Sant’Agostino (Tarquinia)

Altra bellissima spiaggia a Tarquinia sono i Bagni di Sant’Agostino, davvero una delle spiagge più belle del Lazio, mare trasparente con sabbia fine e qualche scoglio, offre diversi stabilimenti e spiagge libere.

Per via della sua vicinanza alla riserva naturale Salina di Tarquinia, è possibile avere la fortuna di vedere aironi, fenicotteri e molti altri uccelli.

Questa spiaggia, per via della sua bellezza, era frequentata nell’antichità anche dagli Etruschi.

Montalto Marina (Montalto Di Castro)

spiagge-Montalto-Marina

Montalto di Castro Marina è una delle spiagge con il mare più bello vicino Roma. Questo litorale è ampio e vi sono sia spiagge libere che attrezzate, risulta un’ottima scelta per le famiglie con bambini, infatti qui ci sono fondali bassi e sabbia.

Ti consiglio di visitare anche il centro storico medioevale di Montalto di Castro, con il suo stupendo Castello Guglielmi e di fare assolutamente una visita al Parco Naturalistico di Vulci.

Spiagge da non perdere a Montalto di Castro:

  • spiaggia delle Graticciate;
  • spiaggia delle Murelle.

Come arrivare: in treno scendere a Montalto di Castro. In auto tramite la Roma-Civitavecchia.

Dove dormire: California Camping Village, Casale La Rovere, Casalventodimare, Tenuta di Pontesodo, La Pecora Ladra Appartamenti.

Dove mangiare: Enoteca Quattro Ruote, Pira, Risto’, Picchio Rosso, Capriccio di mare, Tenuta Montauto in cui si possono fare degustazioni di vini.

Da non perdere: Parco Naturalistico Archeologico di Vulci. Vicino al parco non perdere anche una visita al Castello dell’Abbadia e il Ponte del Diavolo.

Curiosità: a. Circa 30 chilometri ci sono le Terme di Vulci, in cui è anche possibile pernottare all’interno di un glamping. A circa 50 chilometri, alla Piantata, puoi regalarti di dormire  su una casa sull’albero.

Spiaggia delle Murelle (Montalto di Castro)

spiaggia-delle-Murelle-Montalto-di-Castro
spiaggia delle Murelle (Montalto di Castro)

Tra le più belle spiagge di Montalto di Castro, ti consiglio la spiaggia delle Murelle, si trova a pochi chilometri dal paese, è lunga 1 chilometro, con sabbia grigia, vegetazione a macchia mediterranea, un mare trasparente con qualche scoglio in acqua.

Ci sono sia stabilimenti balneari che spiagge libere.

***

Non perdere anche:

Bene, sei arrivato alla fine di questo lunghissimo articolo!

Grazie per averlo letto tutto, fammi sapere qui sotto nei commenti se ci sono altre spiagge meravigliose che ancora non ho inserito in questa super classifica, o se qualcuna di queste è stata chiusa o interdetta.

Buon mare!

Non perdere anche il mio articolo sui migliori centri benessere e SPA di Roma.

© Riproduzione riservata

Ebook gratis sui posti più insoliti di Roma

Link sponsorizzati

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Giorgio-autore
Giorgio

Romano DOC e creatore di questo blog, amo spesso girare in bicicletta per Roma alla scoperta delle sue meraviglie.

Seguimi e ti accompagnerò tra le cose più insolite e straordinarie da fare a Roma. 

Contattami >

Scopri di più su di me >


Link sponsorizzati



Policy di trasparenza: Alcuni link delle attività/servizi consigliati potrebbero essere link di affiliazione, questo significa che se dovessi scegliere di acquistarli, il mio blog potrebbe ricevere una piccola commissione sulla vendita, senza alcun costo aggiuntivo per te. Se deciderai di acquistare il prodotto suggerito cliccando sul mio link, te ne sarò grato per aver contribuito a sostenere il mio progetto.



Lascia un commento

Grazie del tempo che mi hai dedicato.

skyline_Roma

CONTATTI | INFORMATIVA DELLA PRIVACY | COOKIE POLICY | LICENZA

Non Perdere i 10 Posti più Curiosi di Roma:Scaricali GRATIS