Cosa vedere a Roma

Mostra di HOKUSAI a Roma: Tutto Quello che c’è da Sapere!

Link sponsorizzati

Hokusai-Mostra-Roma
Se ami l'arte giapponese, non perdere l'irripetibile occasione di ammirare le opere del suo artista più famoso. È arrivata a Roma la mostra su Hokusai.
72
Totale
Condividi con i tuoi amici










Inviare

MUSEO DELL’ARA PACIS
Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli)
Orario: domenica-venerdì 9.30-19.30; sabato 9.30-23.30
Prezzo: intero € 11; ridotto € 9

 

Fino al 14 gennaio 2018, presso il Museo dell’Ara Pacis, sarà possibile ammirare la produzione di uno dei più noti artisti giapponesi di tutti i tempi, che influenzò il “Japonisme” occidentale, da Monet a Van Gogh: Katsushika Hokusai!

Io ci sono stata, e me ne sono subito innamorata, e quindi vi consiglio vivamente di non perdere quest’occasione unica!

Ok, bando alle ciance ed iniziamo subito a vedere cosa ci propone questa bellissima mostra 😉

Dopo le tappe a Milano e Londra, arriva infatti a Roma la sua Grande Onda, facente parte della raccolta delle “Trentasei Vedute del Monte Fuji“. E questa è solo la più importante fra le 200 opere in mostra, in gran parte provenienti dal Museo Municipale di Chiba, e qui suddivise in 5 sezioni.

monte-Fuji-Mostra-Hokusai

Ad aprire sono le “MEISHO“, ovvero le mete imperdibili, quelle che un qualsiasi giapponese di epoca Edo non poteva non conoscere. Qui troviamo non solo le vedute del Monte Fuji, ma celebri ponti, stazioni di posta, cascate (come, ad esempio, quella di Ono lungo la strada Kiso).

Cascata-di-Onō-Mostra-Hokusai-Roma

Seguono le Beltà Femminili, essenzialmente cortigiane delle case da té presso il quartiere di piacere di Yoshiwara. Nelle silografie del discepolo (non diretto) Eisen, diventano veri e propri reportage della moda dell’epoca, grazie alla raffinata rappresentazione di stoffe dalle cromie variegate come anche delle elaborate acconciature.

Qui è esposta anche una sintetica rassegna di figurazioni erotiche, dalle silografie “pericolose” (abunae) a opere decisamente più esplicite, come il celebre Sogno della Moglie del Marinaio.

Mostra-Hokusai-Roma-Donna

La terza sezione, invece, espone per la prima volta al pubblico i “Surimono“, ovvero una sorta di biglietti augurali rappresentanti divinità popolari, sia dalla mano di Hokusai che da quella di Eisen.

Eisen surimoto

Si prosegue con la sala intitolata “Catturare l’essenza della Natura“: qui sono fiori ed animali, alcuni proposti in forma simbolica. Particolarmente frequente come soggetto è la Carpa, ma anche Tigri (in due versioni realizzate a distanza di vent’anni) e Dragoni.

Drago Mostra Hokusai Roma

Ad ultimo, i 15 Volumi di Manga, ovvero schizzi con soggetti di differenti generi, indirizzati anche ai discepoli ai fini dell’insegnamento. Oltre ai paesaggi o alle figure, si arriva addirittura alla raffigurazione di spiriti e fantasmi.

Hokusai-Manga
Seguendo le orme del Maestro giapponese, attraverso il percorso proposto dall’orientalista Rossella Menegazzo, saremo dunque in grado di penetrare nell’essenza il suo “Mondo Fluttante” (Ukiyo-e) che si muove fra il visibile e l’invisibile…

 

© Riproduzione riservata

VUOI SCOPRIRE GRATIS I POSTI POCO CONOSCIUTI MA SORPRENDENTI DI ROMA?

Difficilmente li troverai nelle solite guide turistiche…

Ebook gratis sui posti più insoliti di Roma
frecce-in-basso
pulsante-scarica-ora

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

frecce-in-basso
72
Totale
Condividi con i tuoi amici










Inviare

Tags: ,


Scelti per te:



Condividi ora la tua esperienza!

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.


Grazie del tempo che mi hai dedicato.

Skyline Roma

ASPETTA:
Non perdere i posti più curiosi di Roma.
Sono Gratis!

frecce-in-basso