Visita la mia Roma, spendi poco, divertiti alla grande!

Cultura

Tutte le Opere di Caravaggio a Roma: Ecco L’Itinerario Perfetto!

Link sponsorizzati

Vocazione di San Matteo di Caravaggio a San Luigi dei Francesi a Roma
Vuoi scoprire tutte le meravigliose opere di Caravaggio a Roma? Allora non perdere questo itinerario con cui vedrai tutti i suoi dipinti in soli 3 giorni!
2.5k
Condivisioni
Condividi con i tuoi amici










Inviare

È in assoluto uno degli artisti più apprezzati di sempre, colui che, come nessun altro, seppe rendere “tangibile” la luce tramite la materia pittorica, nel contrasto di questa con l’oscurità del fondo: stiamo naturalmente parlando Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio uno dei più grandi pittori della storia.

La nostra bella Capitale ha la fortuna di custodire in chiese e musei alcune delle opere più rappresentative che costui realizzò, dato che a Roma visse per parecchi anni, una volta disceso dalla sua Lombardia.

Partiamo subito con il nostro tour alla scoperta di tutte le opere del Caravaggio a Roma!

Primo Giorno


1. PIAZZA NAVONA

Piazza_Navona a Roma

Idealmente, il nostro itinerario alla scoperta dei tesori del Caravaggio custoditi a Roma, potrebbe partire da Piazza Navona: fu qui infatti che l’artista s’insediò, appena giunto nella Capitale, in quelle “stradine piene di coltelli” che nella Piazza trovano il loro fulcro centrale.

Caravaggio frequentò dunque “gente del popolo“, gli stessi che poi avrebbe raffigurato nelle sue opere sotto le sembianze di Santi, Cristi e Madonne.

Ma iniziamo ora a muovere il passo verso il primo luogo in cui potremo ammirare dal vivo quanto di buono il pittore seppe creare….

Buona visita!!!!




2. Chiesa San Luigi dei Francesi

vocazione_di_san_matteo-San-Luigi-dei-Francesi-Roma

Vocazione di San Matteo

La Chiesa San Luigi dei Francesi è poco distante da Piazza Navona, dalle parti di Corso Rinascimento.

Una volta entrato, percorri tutta la navata di sinistra e, proprio in fondo, nella Cappella Contarelli, si apriranno davanti ai tuoi occhi tre meraviglie:

  • la “Vocazione di San Matteo”;
  • il “Martirio di San Matteo”;
  • e “S. Matteo e l’Angelo”.

Caravaggio riuscì ad ottenere questa commissione poco più che ventenne, a seguito di un rifiuto a proseguire la decorazione da parte del Cavalier d’Arpino, presso la cui bottega l’artista s’era “applicato a dipinger fiori e frutta“.

Caravaggio realizzò dapprima le tele laterali (1599-1600).

Nella Vocazione (la tela di sinistra), viene rappresentato il momento della “chiamatadi S. Matteo da parte del Cristo: l’artista cala la scena nel suo tempo, in quanto vediamo i gabellieri vestiti secondo la moda del seicento.

A rendere suggestiva la scena è il fascio di luce proveniente dall’alto che, quasi sfiorando la mano del Cristo, giunge ad illuminare il destinatario di quell’ “indice puntato“:

si tratta infatti non di luce naturalistica ma di luce “divina”.

Nel Martirio (la tela a destra) la composizione fa perno sulla figura del carnefice, che si prepara alla stoccata finale sul Santo, disteso ai suoi piedi, mentre un angelo accorre a porgere la palma del martirio.

Martirio_di_San_Matteo_Caravaggio_Roma-San-Luigi-dei-Francesi

Martirio di San Matteo

Infine, per quanto riguarda la tela centrale, il S. Matteo e l’Angelo (1602), quella che vediamo oggi è la seconda versione che Caravaggio rappresentò:

la prima versione fu infatti rifiutata, in quanto mostrava il Santo come fosse un analfabeta, “co’ i piedi rozzamente esposti al popolo”, e l’Angelo a guidargli la mano poiché quasi incapace di scrivere.

Questa seconda versione è invece più composta, nonostante venga mantenuto il contrasto fra la figura di San Matteo, “umano troppo umano“, e quella dell’angelo, realizzato secondo i canoni Manieristici.

San Matteo e l'Angelo Caravaggio a San Luigi dei Francesi Roma

San Matteo e l’Angelo

Ooops, aspetta un attimo…

Preparare questo articolo ha richiesto
oltre una settimana di lavoro…

Se pensi possa esserti utile,

magari potresti ricambiare i miei sforzi

condividendolo con i tuoi amici…

freccia_Basso

3. Chiesa di Sant’Agostino

La-Madonna_dei_Pellegrini-Caravaggio-Roma-

Madonna dei Pellegrini

Alla fine di Corso Rinascimento, dalla parte di Piazza delle Cinque Lune, è la Chiesa di Sant’Agostino:

qui, la “Madonna dei Pellegrini” (1604-6) è conservata nella prima cappella a sinistra, proprio vicino all’ingresso.

La curiosità di questo quadro è data dal volto della Madonna che viene “preso in prestito” da Lena Antognetti, una famosa cortigiana dell’epoca.

Ai piedi della Madonna troviamo i due viandanti che, in un intento di assoluta aderenza al vero, sono rappresentati lerci e con le gambe mezze nude in primo piano.

4. Basilica di Santa Maria del Popolo

CONVERSIONE-Di-San-PAOLO-Caravaggio-Roma

Conversione di San Paolo

Basilica Santa Maria del Popolo si trova facilmente, in quanto si trova proprio su Piazza del Popolo, nei pressi della Porta che si apre sulle Mura Aureliane.

La Cappella Cerasi si apre sul transetto, e qui sono esposte le opere del Caravaggio:

  • “Conversione di S. Paolo” (1660-1),
  • e “Crocifissione di S. Pietro” (1600-1).

Nella prima S. Paolo è rappresentato disteso a terra, in posizione scorciata, ai piedi del cavallo, in quanto caduto nel momento in cui viene colpito dalla “luce fortissima della rivelazione“: l’evento divino viene totalmente “interiorizzato“, ancora una volta grazie all’utilizzo di una luce simbolica.

Martirio_di_San_Pietro-Caravaggio-Roma

Crocifissione di San Pietro

Nella seconda S. Pietro dimostra un incredibile stoicismo nel momento del suo estremo supplizio.

5. Galleria Doria Pamphilj

MADDALENA-PENITENTE_Caracaggio-Roma

Maddalena Penitente

Muovendo da Piazza del Popolo verso Piazza Venezia, quasi alla fine di Via del Corso incontrerai sulla destra la Galleria Doria Pamphilj, dentro cui potrai fare un bel tris in quanto la Galleria ospita ben 3 opere del Caravaggio:

  • la “Maddalena Penitente” (1595 ca.),
  • il “Riposo durante la Fuga in Egitto” (1595 ca.)
  • e una delle due versioni identiche del “S. Giovanni Battista” (1602).

Nella prima opera, il tema religioso è rappresentato in chiave domestica, con la Maddalena contrita al centro di uno spazio vuoto, che ha appena abbandonato a terra una collana di perle e dei monili, come segno del suo abbandono della vita mondana.

La seconda opera rappresenta un vero e proprio capolavoro della fase giovanile:

lo spazio è infatti organizzato in maniera del tutto originale, con i due gruppi di figure (S. Giuseppe da una parte e la Vergine col Bambino dall’altra) raccordati attraverso la figura centrale dell’Angelo, rappresentato di spalle; quest’ultimo suona al violino le note del Cantico dei Cantici, il cui spartito è tenuto aperto da Giuseppe.

Il_riposo_durante_la_fuga_in_Egitto-Caravaggio-Roma

Il Riposo durante la Fuga in Egitto

Infine, del S. Giovanni Battista vedremo entrambe le versioni, poiché la seconda è conservata ai Musei Capitolini: la posa del Santo è derivativa di quella degli Ignudi michelangioleschi in Cappella Sistina, ma la figura acquista un volume maggiore grazie ai giochi chiaroscurali.

Secondo Giorno


6. Galleria Borghese

Fanciullo_con_canestro_di_frutta-Caravaggio-Roma

Fanciullo con Canestra di frutta

La Galleria Borghese raccoglie il gruppo maggiore di opere del Caravaggio a Roma.

Fra le opere giovanili del pittore, semplicemente magnifici il “Fanciullo con Canestra di frutta” e il “Bacchino Malato” (1593-4).

Della prima opera colpisce la cura del dettaglio, nel raffigurare la “natura morta” che il giovane tiene in mano (si veda ad esempio la spaccatura sanguigna del fico maturo o la resa delle foglie, talvolta ingiallite altre butterate).

Del Bacchino Malato, si dice possa essere un autoritratto di Caravaggio, deciso a raffigurarsi durante un periodo di malattia.

Caravaggio-Bacchino-malato-Roma

Bacchino Malato

Fra le opere del Caravaggio del periodo più maturo, qui potrai ammirare in particolar modo la “Madonna dei Palafrenieri” (1605-6) e “Davide con la Testa di Golia” (1609-10).

MADONNA-dei-PALAFRENIERI_Caravaggio-Roma

Madonna dei Palafrenieri

Nella Madonna dei Palafrenieri, riconosciamo ancora una  volta Lena Antognetti nel volto della Madonna;

Davide_con_la_testa_di_Golia-Caravaggio-Roma

Davide con la Testa di Golia

Nel Davide con la Testa di Golia, si è invece voluto identificare ancora una volta lo stesso artista nelle fattezze del Golia, avvalorando una lettura della stessa in chiave psicoanalitica (siamo negli anni della condanna a morte dell’artista, che tuttavia si diede alla fuga).

San Girolamo Scrivente

San Girolamo Scrivente

7. Musei Vaticani

DEPOSIZIONE-di-CRISTO-Caravaggio_Roma

Deposizione di Cristo

I Musei Vaticani conservano un’unica opera del Caravaggio, ma estremamente significativa: la “Deposizione di Cristo” (1602-4).

Questa fu una delle poche a ricevere fin da subito consensi unanimi, probabilmente grazie all’impostazione classica che Caravaggio volle conferirgli.

Il gruppo di figure si dispone sopra la lastra sepolcrale che, con il suo spigolo sporgente, conferisce tridimensionalità all’intera scena. Tutti i personaggi sono raffigurati con estremo naturalismo, tipico della maniera lombarda: il corpo di Cristo è livido, il volto di Nicodemo rugoso, quelli delle pie donne stravolti dal dolore.

Terzo Giorno


8. Palazzo Barberini

Giuditta-Oloferne-Caravaggio-Roma

Giuditta e Oloferne

Una volta che varcherai le porte di Palazzo Barberini, potrai ammirare un’opera che fu ampiamente presa a modello dai successivi “caravaggeschi“, prima fra tutti Artemisia Gentileschi: stiamo parlando di “Giuditta e Oloferne” (1599).

Il dipinto è in grado di restituire i “moti dell’anima” che smuovono i personaggi rappresentati:

Oloferne mostra una smorfia di estremo dolore ed il corpo è contratto dalla tensione provocata dallo stesso.

Giuditta sembra invece adempiere al suo compito con sdegno e riluttanza; alla sua giovanile bellezza, fa da contraltare il volto rugoso dell’ancella, anche lei partecipe emotivamente al barbaro evento.

9. Pinacoteca Capitolina

I temi di entrambi i quadri presenti in Pinacoteca Capitolina, la “Buona Ventura” (1593-4) e il  “S. Giovanni Battista” (1602), furono da Caravaggio affrontati più volte.

Buona-Ventura-Caravaggio-Roma

Buona Ventura

Della prima opera è interessante il gioco di sguardi che l’artista crea fra le due figure: si tratta di una zingara che, mentre finge di leggere la mano ad un ingenuo giovanotto della classe abbiente, con un gesto astuto gli sfila l’anello dal dito.

La seconda opera, come già detto, è copia praticamente identica di quella conservata in Galleria Doria Pamphilj.

San-Giovanni-Battista-Michelangelo-Roma-Musei-Capitolini

San Giovanni Battista




10.  Palazzo Corsini

NARCISO-Caravaggio-Roma

Narciso

Concludiamo questo itinerario del Caravaggio a Roma nella Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Corsini.

Qui è una delle opere più suggestive di Caravaggio:

un “Narciso” (1599) che, specchiandosi su di una superficie d’acqua, ne coglie la sua immagine riflessa. Una curiosità è data dal formato della tela è tale da creare una rappresentazione quasi perfettamente doppia.

È infine, in Galleria una ulteriore versione del “S. Giovanni Battista“: il Santo emerge dall’oscurità con il biancore del suo corpo, avvolto in un mantello purpureo; il volto è nascosto dalla posa scorciata adottata.

San-Giovanni-Battista-Caravaggio-Palazzo-Corsini-Roma

San Giovanni Battista

***

Sei sei giunto fin qui potrai dire di aver visto almeno virtualmente tutte e 10 le opere di Caravaggio a Roma!

Ora tocca a te:

Cosa aspetti per andare a scoprire tutte le tele di Caravaggio nei luoghi che ti ho indicato???

Solo così potrai diventare un esperto conoscitore dell’opera di Caravaggio a Roma!!!!!

Non dimenticarti di farmi sapere la tua esperienza dopo che avrai ammirato queste imperdibili opere qui sotto nei commenti 😉

Buona Roma!

© Riproduzione riservata
Ebook gratis sui posti più insoliti di Roma

Hey...Vuoi Scoprire GRATIS i 10 Posti Più Curiosi di Roma???

Oltre il 90% dei romani non li conosce!

Questi luoghi non li troverai né qui sul mio blog, né in nessun'altra delle normali guide turistiche.

freccia_basso
pulsante-scarica-ora


Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo ora con i tuoi amici:



frecce-in-basso
2.5k
Condivisioni
Condividi con i tuoi amici










Inviare

Articoli selezionati per te:

Una risposta

  1. mememe

Condividi ora la tua esperienza!

  


Grazie del tempo che mi hai dedicato.

Skyline Roma

Guida Gratis:
10 Luoghi più Straordinari di Roma


Non perdere la mia classifica sui 10 luoghi più curiosi di Roma, è Gratis!

Oltre il 90% dei romani li sta ignorando...

Scaricala ora inserendo la tua email ;)

La tua email è al sicuro! Rispettiamo il DLgs 196/03. Privacy.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi